Android come iPhone OS per quanto riguarda la distribuzione dei firmware

di Alessandro Moretti Commenta

Android è l’unico sistema operativo che per il momento riesce a tenere testa all’iPhone OS di Apple. Fin dalla sua prima apparizione ha saputo stupire per via della sua piattaforma open source che permette uno sviluppo di applicazioni sempre più completo e con piena libertà decisionale agli sviluppatori. Il suo Marketplace è secondo solamente all’App Store e se il ritmo di accrescimento resterà tale nei prossimi anni vedremo un distacco sempre inferiore tra queste due piattaforme.

Molti developers che prima sviluppavano applicazione per iPhone e iPod touch sono passati ad Android. Tutti coloro che hanno fatto questo passo si sono ritenuti molto soddisfatti della scelta essendo ora liberi da vincoli o politiche asfissianti che impediscono uno sviluppo libero e creativo. Non sono tutte rose e fiori però: Google sta cercando infatti di risolvere qualche problemino interno legato alle molte sfaccettature che, adesso come adesso, presenta questo sistema operativo.

Attualmente possiamo trovare installate sui vari terminali Android versioni diverse di questo sistema operativo di Google. Ci sono dispositivi che hanno installata la versione 1.5 di Android, altri la 1.6, altri ancora la 2.0 e addirittura la 2.1. Una suddivisione che è stata obbligata per via delle diverse caratteristiche tecniche dei vari dispositivi che, per questioni di hardware, non possono permettersi di aggiornare all’ultima versione. I ragazzi di Engadget, al recente CTIA, hanno interloquiato con persone molto importanti che affermano che Google è intenzionata a eliminare una volta per tutte queste sfaccettature di Android.

Anche se non sappiamo bene come possa risolvere il problema legato all’hardware sembra che il sistema operativo di Mountain View diventerà univoco per tutti i terminali. Infatti non bisognerà attendere, come accade ora, il rilascio del firmware da parte dell’azienda costruttrice dello smartphone ma sarà scaricabile direttamente dal Market di Android. Un po come succede tutt’oggi con i firmware dell’iPhone che vengono scaricati da iTunes e che possono essere installati su qualsiasi melafonino, anche con caratteristiche hardware meno evolute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>