Cellulari: il boom delle vendite non conosce rallentamenti

di Gianluca Crispino 1


In questo periodo si fa un gran parlare della lotta tra iPhone ed Android, che continuano a registrare vendite da record, tutto a discapito della concorrenza, ma le ricerche di mercato mettono in evidenza due dati ben precisi: il primo, il mondo degli smartphone sta registrando un boom continuo ed inarrestabile di vendite, per tutti, il secondo è che il leader del settore resta sempre Nokia.

Il secondo trimestre di quest’anno ha fatto registrare un aumento del 13% di vendite rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con ben 325 milioni di unità vendute. Questi i dati che ha reso noti Gartner, la società di ricerca, che ha spiegato che non solo la crescita registrata ad inizio anno non sembra dar segni di rallentamento, tutt’altro, ma che a spingere questi dati verso l’alto è il boom di diffusione degli smartphone con un aumento di oltre il 50% rispetto l’anno precedente. Ad aiutare questi numeri troviamo un calo di prezzi dovuto alla maggior concorrenza sul mercato.

Come accennato ad inizio articolo, nonostante i riflettori dei media siano puntati verso Apple e la grossa fetta di concorrenza che ha scelto Android come sistema operativo per i propri smartphone, il trono indiscusso di maggior produttore mondiale resta spetta sempre alla finlandese Nokia, che però vede ridursi la sua quota di mercato dal 36,8% dell’anno precedente al 34,2% di quest’anno.

Al secondo posto di questa “classifica” resta sempre Samsung che passa da un buon 19,3% ad un ancora più buono 20,1%. A seguire, come sempre, LG e RIM. Al quarto posto Apple che arriva al 2,7% con un incremento di vendite di quasi il 61%.

Per quanto concerne i sistema operativi è facile intuire come il più diffuso resti sempre Symbian di Nokia anche se la sua quota scende dal 51% al 41%, seguito dal BlackBerry (con il 18%) e l’iPhone OS e iOS (per i possessori di iPhone 4) con un buon 14,2%.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>