Iliad, compagnia low cost, ma quanti problemi: scandalo simbox

di Gio Tuzzi Commenta

passa a Iliad
passa a Iliad

Già da diversi mesi non si fa altro che parlare di Iliad nel mercato della telefonia mobile. In Italia si è imposta all’opinione pubblica da pochissimo tempo, ovvero da quando ha cominciato a proporre delle tariffe estremamente low cost per sbaragliare la concorrenza dei principali competitor. Ultimamente, però, sono emersi davvero numerosi problemi.

Iliad, i principali problemi: dall’IP straniero alla rete lenta

Il primo importante problema che la compagnia Iliad ha dovuto affrontare è stato quello dell’IP straniero a cui è collegata ciascuna sim. Diverse irregolarità sono state riscontrate, soprattutto a livello di geoblocking. Spesso e volentieri, inoltre, gli utenti si sono lamentati della copertura. La rete, tante volte, è fin troppo lenta, visto che si colloca nella maggior parte dei casi sul 3G piuttosto che sul 4G.

Lo scandalo delle simbox

L’ultima grande problematica che deve affrontare Iliad è quella che potrebbe portare seriamente a danneggiare l’azienda. Il riferimento è ad uno scandalo che è correlato alle simbox. La Polizia Postale, infatti, ha aperto una nuova indagine per capire se tali strumenti sono davvero legali. Sembra che potrebbe esserci stata una violazione del decreto-legge Pisanu, che si riferisce all’antiterrorismo e alla sicurezza. Insomma, non è tutto oro quello che cola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>