Smart working e l’importanza di avere una connessione sicura

di Gio Tuzzi Commenta

Spread the love

Dal momento in cui si è diffusa la pandemia, tanti italiani hanno avuto il problema di organizzare il lavoro da casa. Se all’inizio è stato chiaramente complicato, con il passare del tempo sono riusciti a individuare sia l’ambiente che gli strumenti ideali per poter lavorare in modo efficiente e pratico. Non solo smart working, dal momento che il discorso si può tranquillamente ampliare alla didattica a distanza, che in alcune università è una pratica che è stata conservata, diventando parte della normalità.

Smart working

Perché la fibra è importante

Chi, anche dopo la fine dell’emergenza pandemica, è rimasto a lavorare da remoto oppure ha una settimana suddivisa a metà tra il recarsi in ufficio e il lavoro in smart, deve inevitabilmente pensare a rendere il più pratico e confortevole possibile l’ambiente di lavoro da remoto. Per questo motivo, la connessione con la fibra non può assolutamente mancare. Quindi, si consiglia di valutare con la massima attenzione la copertura fibra della propria abitazione, per poi individuare la soluzione più vantaggiosa anche dal punto di vista economico.

Sono tanti gli aspetti positivi e convenienti che sono legati alla scelta della fibra. Il fatto di avere una connessione veloce e stabile permette senz’altro di essere molto più produttivi quando si lavora da casa. I file possono essere inviati e ricevuti con la massima velocità e la connessione sarà performante anche in ottica di impiego di programmi e portali aziendali. Non solo, anche in riferimento alla navigazione online va ricordato come si possa contare su velocità di trasmissione dei dati molto alte e, in questo modo, i vari contenuti possono essere fruiti molto più facilmente.

Il modo di funzionamento della fibra ottica

La fibra ottica si caratterizza per essere dotata di un’infrastruttura che presenta dei cavi in polimeri plastici e, per tale ragione, non è oggetto di alcun tipo di interferenza di campi elettromagnetici, garantendo al contempo un segnale molto più stabile. Grazie alla fibra, infatti, il segnale tende ad avere una dispersione quasi prossima allo zero, in maniera tale da toccare una velocità che si snoda fino al massimo a 1000 Mbps in termini di download e 300 Mbps in termini di upload.

Non solo, dal momento che la procedura di installazione della fibra è decisamente semplice. Di solito se ne occupa un tecnico, che va a collegare il device che si ha a casa con il cavo in fibra che invece è presente all’interno dell’apposito contenitore che si trova in strada oppure in alcuni spazi appositamente dedicati nel condominio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>