Terremoto: anche Vodafone e Poste Mobile a supporto delle popolazioni

di Silvio Spina 1

Spread the love

È passata una settimana dal terribile sisma che ha colpito l’Abruzzo e ancora si lavora a pieno regime per alleviare le sofferenze delle migliaia di persone ormai senza più un’abitazione, un lavoro, un centro in cui vivere. Abbiamo visto in diversi articoli come anche il settore della telefonia mobile si sia mossa in tante iniziative concrete per venire incontro agli utenti delle zone terremotate e non solo con il mezzo degli sms solidali, a cui è possibile ancora aderire inviando un messaggio del valore di 1 euro al numero 48580 (2 euro se si chiama allo stesso numero da fisso).

Oltre a Telecom Italia e Wind, anche Vodafone ha deciso di muoversi con particolari iniziative volte a supportare la propria clientela sul territorio abruzzese. La compagnia ha deciso di potenziare il proprio segnale nella zona, in modo tale da rendere più facili le comunicazioni: per farlo l’azienda si è affidata a particolari stazioni radio mobili. Ma non solo: Vodafone ha deciso di erogare 200 mila ricariche gratuite da 5 euro per i clienti residenti nei centri terremotati.

Insomma, un supporto a 360 gradi che, unito agli sforzi delle aziende concorrenti, rappresenta un aiuto davvero concreto in un periodo cosi critico. Ma non sono solamente le grandi compagnie telefoniche a muoversi per aiutare le popolazioni terremotate: anche Poste Italiane ha deciso di dare un proprio contributo, sia tramite i propri servizi, che attraverso il proprio operatore mobile virtuale, Poste Mobile. Il MVNO nostrano ha effettuato ben 30 mila ricariche gratuite da 10 euro per i propri clienti residenti a L’Aquila e nei piccoli centri della provincia.

Inoltre la società ha aperto un proprio numero di solidarietà, il 377 2048580, a cui sarà possibile inviare un sms del valore di 1 euro. Intanto la raccolta tramite il numero 48580 sta ottenendo dei risultati molto importanti: tramite un aggiornamento della scorsa settimana, infatti, si è reso noto che la raccolta ha raggiunto i 3 milioni e mezzo di euro.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>