Europa, Symbian ancora primo per diffusione. Android in ascesa

di Michele Costanzo Commenta


comScore ha diffuso dati aggiornati sul mercato degli smartphone nei principali cinque mercati europei (Germania, Italia, Francia, Gran Bretagna e Spagna). I numeri di comScore si riferiscono al mese di luglio 2011 e vedono ancora Symbian come sistema operativo più diffuso con una quota di mercato del 37,8%. L’ambiente sviluppato da Nokia ha però registrato una perdita di 16 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2010. In seconda posizione sale Android che detiene oggi una quota di mercato del 22,3%, quasi quadruplicata rispetto al 6% del luglio 2010.

In crescita anche la diffusione di iOS, il sistema operativo Apple che ha raggiunto una quota di mercato del 20,3%, 1,2 punti percentuali in più rispetto all’anno precedente. Aumenta anche la diffusione dei sistemi operativi RIM che hanno raggiunto un market share del 9,4% con una crescita di 1,5 punti percentuali rispetto all’8% di luglio 2010. I dati di comScore confermano il momento di transizione in casa Microsoft la cui quota di mercato è scesa dall’11,5% al 6,7% (4,8 punti percentuali di calo).

Su un totale degli abbonati ai servizi “mobile”, la quota dei possessori di smartphone è salita del 44% per arrivare a 88,4 milioni di utenti. Di questi 19,7 milioni utilizzano un dispositivo Android che, come già avvenuto negli Stati Uniti, registra tassi di crescita elevatissimi. Il sistema sviluppato da Google conquista 6,5 milioni di utilizzatori in Gran Bretagna, 4,5 milioni in Francia e 4 milioni in Germania.

Tra i produttori di smartphone Android la leadership appartiene ad HTC che registra una quota di mercato nei cinque paesi esaminati del 34,6% con una punta massima del 50,9% nel Regno Unito ed un minimo del 21,8% in Francia. Andamento simmetrico per Samsung che vanta una quota complessiva del 31,7% con un valore di picco del 42,3% in terra francese ed un minimo del 21,6% nel Regno unito. Nella classifica seguono Sony Ericsson (15,1%), LG (5,8%) e Motorola (3,6%).

Interessanti risultano anche i dati sulle funzioni avanzate più utilizzate dagli utenti. L’invio di messaggi di testo coinvolge l’82,2% dei possessori, mentre l’uso del browser è tra le attività svolte dal 32,8% del campione. Meno diffuso l’ascolto di musica (26,1%) e l’accesso ai social network (21,9%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>