Vodafone Smart Tutor, un’app a tutela dei minori

di Michele Costanzo Commenta


Nasce dalla collaborazione tra Vodafone Italia e la Polizia di Stato la nuova applicazione Vodafone Smart Tutor. Si tratta di un software molto versatile pensato per aumentare la sicurezza nell’uso del cellulare da parte dei minori che permette ai genitori di intervenire in profondità nella configurazione del telefono e di bloccare o limitare le funzioni ritenute inopportune o rischiose. Vodafone Smart Tutor è per il momento disponibile solo per piattaforma Android e può essere scaricata gratuitamente sia attraverso il sito Vodafone che tramite Android Market.

Citando i dati Istat riferiti a novembre 2011, Vodafone sottolinea come la diffusione dei cellulari tra i minori con età compresa tra 11 e 17 anni sia passata rapidamente dal 55,6% del 2000 al 92,7% attuale. Allo stesso tempo la percentuale di minori che utilizza le sole funzioni telefoniche è scesa dal 20,3% al 3,9%. L’uso sostanzialmente generalizzato dei cellulari e la disponibilità di nuovi servizi sempre più legati al multimediale e all’interazione sociale hanno inevitabilmente creato inedite zone grigie in cui possono celarsi vere e proprie trappole per gli utenti più giovani. Vodafone Smart Tutor nasce proprio per fornire un ulteriore filtro di sicurezza in grado di inibire le funzioni a maggiore rischio. Le numerose configurazioni supportate dall’applicazione permettono impostazioni progressive che tengano conto dell’età e del grado di maturità del minore.

Attraverso Smart Tutor è anzitutto possibile filtrare il traffico voce definendo una lista bianca dei numeri contattabili dal cellulare. Con il principio inverso della lista nera è invece possibile bloccare i contatti indesiderati, incluse le chiamate anonime. L’applicazione è comunque configurata per permettere sempre le chiamate ai numeri di emergenza ed in caso di necessità può essere disabilitata temporaneamente per 15 minuti. In questo caso la disattivazione di Smart Tutor verrà comunque notificata ai genitori e lo stesso avviene se si procede alla modifica della password o alla disattivazione permanente dell’applicazione. Una seconda funzionalità di Smart Tutor consente di abilitare l’accesso solo ad alcune applicazioni inibendo l’uso della altre.

Vodafone Smart Tutor può intervenire anche nel controllo dell’hardware dello smartphone limitando ad esempio l’accesso alla fotocamera o al Bluetooth. Le restrizioni rispetto a queste funzioni possono essere permanenti oppure limitate ad alcune fasce orarie come ad esempio quelle scolastiche. Smart Tutor fa parte di una serie di iniziative di Vodafone a supporto delle famiglie. Dello stesso progetto fa parte anche il sito In Famiglia che raccoglie strumenti ed informazioni per un uso consapevole della telefonia mobile e di Internet.

[Via | Vodafone Lab]
[Photo Credits | Vodafone]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>