BlackBerry: in arrivo Onyx, Driftwood e Magnum

di Andrea Guida Commenta

Connettività 3G e tanta voglia di stupire. Queste le parole d’ordine che hanno spinto casa RIM alla produzione di tre nuovi BlackBerry estremamente promettenti: Onyx, Driftwood e Magnum. Del loro comparto tecnico non si sa ancora moltissimo (se non dei vaghi tratti caratteristici), ma una cosa sembra sicura: questa volta l’azienda canadese vuole fare maledettamente sul serio ed intende attaccare la fascia più alta del mercato mobile con tutte le “armi” in suo possesso.

L’Onyx, stando alle prime indiscrezioni circolate sulla grande rete, avrà un display da 480×360 pixel, un tastierino QWERTY completo, una fotocamera con sensore dalle potenzialità ancora ignote, il supporto per le reti senza fili (senza UMA), un modulo GPS integrato e la connettività GSM/GPRS/EDGE/UMTS. Verrà certamente distribuito dal celeberrimo operatore statunitense AT&T.

Il BlackBerry Driftwood sarà – forse, molto forse – equipaggiato con un touch-screen. Inoltre, dovrebbe avere dalla sua un tastierino QWERTY fisico, una fotocamera con sensore dalle potenzialità ancora ignote, il supporto per le reti senza fili (con UMA), un modulo GPS integrato e la connettività GSM/GPRS/EDGE/UMTS. Anche se non ancora confermato, potrebbe essere distribuito dall’operatore T-Mobile.

Il Magnum (che no, non è un gelato!) potrebbe consistere in un dispositivo gemello del Driftwood, con una distribuzione ad opera di AT&T. Dovrebbe essere caratterizzato dalla presenza di una fotocamera con sensore dalle potenzialità ancora ignote, dal supporto per le reti senza fili (senza UMA), dalla presenza di un modulo GPS integrato, un tastierino QWERTY completo, uno schermo da 480×360 pixel e la connettività GSM/GPRS/EDGE/UMTS.

Quando debutteranno sul mercato a stelle e strisce i nuovi BlackBerry Onyx, Driftwood e Magnum non ci è ancora dato saperlo. Stesso discorso, ahinoi, vale per i prezzi di vendita al pubblico (che comunque dovrebbero essere esosi quanto gli altri dispositivi mobili di fascia medio-alta). Non ci rimane che attendere pazientemente buone nuove da quel di casa RIM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>