Kin ONEm e Kin TWOm con Verizon: tutti i dettagli sul ritorno di Microsoft Kin

di Andrea Guida Commenta

Alla fine è successo. Come vi avevamo preannunciato qualche giorno fa, per tentare di ravvivare le vendite del periodo natalizio e dare un ulteriore slancio al suo Windows Phone 7 (che negli States stenta a decollare), Microsoft ha deciso di rispolverare alcune vecchie “cianfrusaglie” e rimetterle sul mercato con un nome parzialmente rinnovato e, soprattutto, dei prezzi di vendita al pubblico molto più allettanti rispetto al passato. Se non si fosse ancora capito, stiamo parlando del ritorno di Microsoft Kin!

Attualmente disponibili sotto le non troppo mentite spoglie di Kin ONEm e Kin TWOm, i due smartphone che dovevano dare il via alla nascita di una nuova gamma di smartphone giovani di Microsoft (Microsoft Pink, ve la ricordate?) sono stati distribuiti nuovamente da Verizon Wireless dopo il flop di qualche mese fa relativo alle tariffe troppo alte.

Dai circa 70 dollari mensili originari, i costi dei contratti telefonici associati ai terminali sono stati abbattuti fino a raggiungere le molto più modiche cifre di 15 dollari (per il piano da 150 MB) e 30 dollari (per il piano da 5 GB).  Non ancora confermata al 100% la disponibilità della tariffa da 9.99 dollari per il piano dati di 25 MB mensili.

Quanto ai prezzi di vendita al pubblico, il Kin ONEm è venduto a 19.99 dollari mentre il Kin TWOm è commercializzato a 49.99 dollari. Sempre e solo nel mercato nordamericano, ovviamente.

Nessuna modifica alle specifiche tecniche degli smartphone: il Kin ONEm ha una fotocamera da 5.0 MegaPixel, 4 GB di memoria interna e supporta le reti 3G/Wi-Fi; il Kin TWOm può contare su un display QVGA da 3.4 pollici, una fotocamera da 8.0 MegaPixel con registrazione video da 720p e il supporto a Wi-Fi e Bluetooth.

Secondo voi qualche unità la venderanno stavolta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>